Abbiamo chiesto a Fabio, che ha un ufficio al CoSpazio e collabora anche con noi su dei progetti web, come mai da Milano è finito qui

Sono Fabio Pedaletti mi occupo di comunicazione digitale e per anni mi sono definito un location indipendent worker, questo perché mi è capitato molto di lavorare in casa, dai clienti, nei bar, nei treni in giro per l’Italia: tra Milano e Napoli, per seguire un progetto di allestimento multimediale, tra Lombardia, Piemonte e Marche per sviluppare siti e tenere delle lezioni di web design…

Sono arrivato al CoSpazio perché da anni cercavo un’occasione per poter rimanere più stabilmente nella regione Marche. Il CoSpazio mi ha offerto la possibilità di avere un ufficio comodo, vicino ma separato dalla casa che ho trovato a Civitanova Marche, a stretto contatto con clienti e potenziali tali.

Come libero professionista in un settore creativo so che lavorando in casa si rischia di non separare mai il lavoro dalla vita privata, per questo volevo uno spazio separato. Nello stesso tempo non volevo allontanarmi per non sprecare inutilmente tempo e soldi.
Il CoSpazio mi permette di non pensare alle utenze e di avere dei servizi a portata di mano. Per me era importante poter essere operativo sin dal primo giorno in cui ho deciso di avere un ufficio a Montecosaro.

Sono qui dallo scorso marzo, quando il CoSpazio era aperto da poco e mi piace vedere come si sta popolando. Arrivo da un’altra regione sono molto interessato a farmi dei contatti e credo che da questi possano nascere opportunità lavorative e stimoli per tutti.

I benefit per me più utili? La vicinanza alla superstrada e gli sconti alle attività dello Spazio Aquilone.